benvenuti nel sito ufficiale dell'associazione nazionale di volontariato

"GUARDIE   AMBIENTALI"

custodi del territorio e dell'ambiente - associazione costituita il 6 novembre 1996

Cod. fisc.: 93386750728  - telefoni: 346/8480964 - 340/4072120

  Protezione Civile: n. 110 del 12.11.2002

                    Comunità Europea: registro organizz. non governative -  n. 047825811242-37 del 31.5.2013

Ministero della Salute - registri nazionali di volontariato 25.01.2014


Home
dipendenze
rubrica legale
leggi ambientali
foto di repertorio
Contattateci
interventi ambientali
corsi scolastici
iscrizioni Italia
iscrizioni Europa

 

      

    Venerdì 11 luglio 2014 alle ore 20:55 venivamo avvisati da un nostro volontario (Casula Cristian guardia zoofila regionale) sulla presenza di una tartaruga marina della specie caretta caretta,   che deponeva le uova in una buca appena scavata sulla spiaggia di Cala Sinzias.

il sottoscritto Cozzuto Diego in qualità di dirigente Regionale per la Sardegna dell’associazione GUARDIE AMBIENTALI, dopo aver allertato altre 2 volontarie, si è recato sul posto verso le 21:10 e abbiamo trovato effettivamente una tartaruga che deponeva le uova a circa 10 metri dalla battigia. Abbiamo avvisato il corpo forestale dello stato al numero e gli stessi allertavano l’area marina protetta di capo carbonara. Scattate diverse foto e video, abbiamo tenuto lontani dal luogo i diversi curiosi che si erano avvicinati; dopo quasi 40 minuti, la tartaruga lentamente ha ripreso la strada del mare (ore 21:50). Abbiamo segnato con un tronchetto il punto esatto della camera di deposizione; giunti i biologi dell’area marina protetta, le dottoresse Frau Francesca e Cinti Francesca, nonchè il dott. Atzori Fabrizio, cui abbiamo dato tutte le informazioni possibili, con gli agenti del Corpo Forestale dello Stato abbiamo recintato la zona adiacente al nido e istruito il servizio di vigilanza h 24 che resterà valido fino alla schiusa delle uova.

La tartaruga aveva un carapace lungo circa 100 cm,  compreso la testa e circa 60 cm di larghezza; è dal 2010 che non si osservava questo fenomeno e crediamo che l'ultima volta sia proprio la stessa tartaruga ad aver scoperto questa bellissima insenatura, speriamo che per il futuro ce ne siano tante altre..

 

 


Home | dipendenze | rubrica legale | leggi ambientali | foto di repertorio | Contattateci | interventi ambientali | corsi scolastici | iscrizioni Italia | iscrizioni Europa

 Inserire qui i copyright o altre informazioni sui diritti di proprietà.
Per problemi o domande su questo sito Web contattare [guardieamb.sede@libero.it].
Ultimo aggiornamento: 18-04-14.